Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Navigando questo sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie. Accetto?

Giovanni Luzzi, vincitore della Campari Barman Competition, e il suo UNALIRAE50

Ritratto di Giovanni Luzzi

Giovanni Liuzzi, 31 anni, originario di Monza, ha vinto la quinta edizione della Campari Barman Competion. È uno dei principali concorsi dedicati alla mixology, promosso da Campari Academy, che ha visto 1400 iscritti e 420 ricette selezionate.



Martedì 16 gennaio, all'headquarter Campari di Sesto San Giovanni, si è svolta la finale. Giovanni Liuzzi ha convinto le tre giurie (tecnica, degustazione, comunicazione) con il cocktail UNALIRAE50, battendo in finale Nicola Scarnera (secondo classificato) e Nicola Romiti. 

Il tema della Campari barman competition 2018 è stato l’arte. I tre finalisti si sono ispirati alle opere esposte in Galleria Campari: i primi manifesti pubblicitari di Cappiello, Nizzoli, Hoenstein e Dudovich, le opere di Depero, passando per la pop-art di Ugo Nespolo. Liuzzi ha scelto l'opera di Depero Sifone e Bicchiere. Proprio come proponeva Depero nella sua filosofia di vendita “POP” dell’iconico Camparisoda che negli anni trenta costava, per l’appunto, una lira e cinquanta, Liuzzi ha fuso ingredienti di alta qualità ma facilmente reperibili, creando un mix bilanciato che ha stregato la giuria.


Campari competition 2018

Come è nata la passione per la miscelazione?
È nata quando avevo poco più di 18 anni e ho cominciato a lavorare come cameriere in un locale per pagarmi gli studi in architettura. Mi sono appassionato al lavoro del barman, ho fatto i corsi giusti, e nel frattempo un'azienda brianzola mi ha chiamato per progettare bar e locali. 
Così si è chiuso il cerchio: di giorno progettavo bar, la sera facevo il bartender in giro. Ho lavorato così per 7 anni, per poi dedicarmi a start up di nuovi locali, per esempio il Colibrì a Milano, della famiglia Moratti. Dallo scorso settembre, con due soci, ho aperto il MossMonza. La mia prima esperienza da titolare.


Che locale è il Moss? 
Moss in inglese significa muschio. E in effetti il locale ha un'atmosfera molto verde, mediterranea. Ci sono pareti in muschio, un ulivo in mezzo alla sale, tante piante. È un cocktail bar con ristorante specializzato in tapas. I prodotti che usiamo in cucina e miscelazione sono legati alla terra, senza prodotti chimici: tanti estratti, centrifughe, home made, spezie. Come dimostra il drink della casa, il Moss: estratto di barbabietola, gin infuso all'alloro, succo di mela verde, limone e zucchero. 

Giovanni Luzzi e il suo cocktail


Cosa ti porterai dietro del concorso?
È stata la mia prima partecipazione ad un concorso. È stato un viaggio bellissimo. Ho avuto la possibilità di confrontarmi con tanti professionisti. Mi porterò dietro tutti questi scambi, e la gioia di aver vissuto l'atmosfera creata dalla Campari.



Nella finale hai dimostrato molta sicurezza.
Devo essere sincero: ero molto più teso in semifinale, perché volevo assolutamente arrivare nei primi tre. Era un traguardo che sentivo alla mia portata. Giunto in finale, ero già arrivato dove volevo. Ho tenuto bassa la tensione, l'ho presa come un gioco. Anche perché mi ritenevo l'outsider, il meno conosciuto dei tre finalisti.



campari competition la premiazione

Chi era il tuo favorito?
Nicola Scarnera. 


Il tema dell'arte ti ha aiutato?
Certamente. Ho sfruttato il percorso dei miei ultimi dieci anni, che coniuga la passione dei cocktail con l'arte e il design. Era un tema che mi sono sentito cucito addosso. 



Progetti futuri?
Vorrei godermi quest'anno con Campari, girando il più possibile, ma tenendo sempre un occhio vigile sul Moss, con l'aiuto dei soci e dello staff.

il cocktail vincitore

UNALIRAE50 By Giovanni Liuzzi

Bicchiere: Flute


Ingredienti: 40 ml Campari, 10 ml Grand Marnier, 1 goccia di Ardente (Tintura al Peperoncino), 30 ml di Soda al Lampone, vaporizzazione di aroma al pepe rosa e pompelmo rosa.

Guarnizione: Side di Lamponi

Tecnica di preparazione: Stir&Strain e fill up soda aromatizzata.

Preparazione: Versare gli ingredienti, tranne la soda, in un mixing glass colmo di ghiaccio e mescolare. Filtrare il cocktail nel bicchiere. Completare con l’aggiunta della soda aromatizzata, vaporizzazione al pepe rosa e pompelmo rosa. Servire con side di lampone.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Chi - I più recenti

  • A Milano apre Lume, nuovo ristorante di Luigi Taglienti - Intervista allo chef
    Written by

    Ha inaugurato Lume, il nuovo ristorante milanese dello chef stellato Luigi Taglienti. 
Inserito in un contesto di archeologia industriale (gli stabili fanno parte di quella che fu la grande ex fabbrica Richard-Ginori), questo nuovo polo della gastronomia d’alto livello si trova in via Giacomo Watt 37, zona Naviglio Grande. Il complesso è gestito da MB America, azienda americana di wealth management che opera a Miami, Milano e Modena, con cui Taglienti ha collaborato ad ogni decisione sulla filosofia del ristorante e lo sviluppo del brand. Con un luminosissimo spazio eventi e ristorante intimo di poche sedute, Lume promette di attirare l’attenzione di tutti gli amanti del bien vivre cittadini e viaggiatori. Sempre più seguito dagli aficionado della sua cucina, Luigi Taglienti ha raccontato il suo nuovo ristorante ad A Tavola. Ecco cosa ci ha detto.

    Read more...
  • Caterina Ceraudo: le mille sfumature della natura nel piatto
    Written by

    caterina cerrando, chef, giovani talenti,

    Donna, giovane, calabrese: a soli 28 anni si è imposta all’attenzione nazionale come una delle chef più promettenti e alla fine di ottobre viene eletta miglior chef donna del 2016 durante il congresso di  Identità Golose.

    Enologa per tradizione familiare, scopre la sua passione per la cucina alla corte di Niko Romito e in breve tempo prende le redini del ristorante di famiglia, il Dattilo di Strongoli, una stella Michelin. Per creare un ottimo piatto per lei è importante la semplicità e una materia prima eccellente.

    Read more...
  • Chef Mauro Uliassi e … 50 sfumature di mare
    Written by

    Mauro Uliassi A Tavola

    Sono 50 e forse qualcuna di più le sfumature di mare che lo chef Mauro Uliassi ci ha presentato parlando della sua idea di cucina.

    Read more...
  • Cibo vs Fuff: Valerio Massimo Visintin ci parla di "Cuochi sull'orlo di una crisi di nervi"


    Valerio Massimo Visintin, il critico gastronomico torna in libreria con la sua ultima fatica letteraria “ Cuochi sull’orlo di una crisi di nervi” edito da Terre di mezzo Editore. 

    In incognito si muove tra tavoli senza tovaglia e cibi senz’anima, per noi si immola ogni giorno aiutandoci a destreggiarci nello scenario da giungla che è la ristorazione milanese, veste di nero e firma con una V… no, non è Zorro, ma Valerio Massimo Visintin. 

    Ai lettori di A Tavola racconta, con la sua solita verve,  di gioie e dolori, di fuff e di food e di mafia e di chef.

    Read more...
  • Giovanni Luzzi, vincitore della Campari Barman Competition, e il suo UNALIRAE50
    Written by

    Ritratto di Giovanni Luzzi

    Giovanni Liuzzi, 31 anni, originario di Monza, ha vinto la quinta edizione della Campari Barman Competion. È uno dei principali concorsi dedicati alla mixology, promosso da Campari Academy, che ha visto 1400 iscritti e 420 ricette selezionate.

    Read more...