Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Navigando questo sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie. Accetto?

L'evento personalizzato, one more with feeling?

Rendere unico. L’espressione che un tempo era riservata al gioiello, oggi diventa sempre di più l’esigenza di tanti, dalle cover per il telefono al cioccolato fino alle caramelle.  Ma anche una cena, a base di tipicità del territorio, può essere personalizzata in ogni dettaglio (a partire dal contesto) e diventare, contemporaneamente, un’opportunità di lavoro. Dalla Langa albese arriva la storia di Ilenia Colucci, un’intraprendente ventottenne che, partita dal mondo del vino e della ristorazione, attraverso il turismo e la conoscenza del proprio territorio, si è cucita una nuova figura professionale.“L’idea è nata osservando i tentativi degli amici che cercavano di stupire la propria partner, uscendo dal classico schema della cena romantica al ristorante”.

 “Così, consigliandoli, è nato X te” - spiega Ilenia “un servizio lanciato solo sei mesi fa, senza pubblicità, dal nostro sito e ora  è molto richiesto. L’offerta spazia da una proposta accessibile a tutti fino a eventi più esclusivi, con prezzi a crescere in base alle richieste del cliente. Si parla da una base di 30 euro per una degustazione in cantina fino, ad esempio, ai 40 per un aperitivo in una terrazza segreta tra Langhe e Roero o per una verticale di formaggi in grotta, accompagnati dai consigli dell’affinatore”. Il punto forte è proprio l’esclusività della location: “Scegliamo - spiega Ilenia - location che non nascono appositamente per l’ospitalità e la ristorazione: cantine, grotte o crutin (sono le strutture ipogee scavate nel tufo, tipiche di Langhe e Roero), terrazze di aziende vitivinicole e torri in Alta Langa. La prima cosa che l’ospite nota è, infatti, che tutto è stato organizzato solo per l’occasione, a partire dall’apparecchiatura della tavola, con vetri, fiori e porcellane, ma anche stoffe, decorazioni, bigliettini”. Senza dimenticare il fattore cibo: “E’ possibile avere a disposizione anche lo chef che cucina solamente per il cliente”. il prezzo varia in base a tutte queste richieste. “Ogni volta è un’esperienza in più - racconta Ilaria - ed è fondamentale per arricchire la proposta: il know how, fatto di conoscenze nel mondo del vino e nel turismo, ma anche in tutti i servizi per la ristorazione, è quello che permette di diversificare il più possibile l’offerta”. Tra i servizi più richiesti? “Il pasticcere dedicato o l’intrattenimento per i bambini, quando invece di un tête-à-tête si pensa a una serata tra amici”.  Come la “donna selvatica” del grappaiolo angelico Romano Levi, Ilenia lavora "scavalicando" le colline, dove si svelano nuovi ambienti. E dove lei, insieme a un altro gruppo di giovanissimi, ha organizzato una serie di serate che portano il jazz in cantina: il Barolo Jazz Club, tra vigne e castelli.

Per info: www.winemoretime.it

 

Notizie - Le più recenti