Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Navigando questo sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie. Accetto?

Paté di coniglio

Preparazione: 30 min - Marinatura: 8 h - Riposo: 1-2 giorni - Cottura: 2 h
Si può preparare prima 

Per 2 Persone: 300 g cosce di coniglio e qualche fegatino - 1 bicchiere di vino bianco - 1⁄4 di cipolla - 1 spicchio d’aglio - 1 chiodo di garofano - 1 foglia di alloro - prezzemolo q.b. - 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva - sale - pepe - 120 g lonza di maiale - burro per imburrare - 80 g lardo - 80 g pancetta

1 Disossa il coniglio e fai attenzione che nella carne non restino tracce di ossa.

2 Metti la carne tagliata a pezzetti e 3 o 4 fegatini in un recipiente e unisci la cipolla tagliata grossolanamente, il chiodo di garofano, l’aglio, un filo d’olio, la foglia di alloro, 1 cucchiaio di prezzemolo tritato.

3 Ricopri il tutto con il vino bianco, aggiungi un po’ di pepe e metti in frigorifero a riposare per 8 ore (o una notte intera).

4 Trita la lonza, il coniglio e i fegatini con l’aiuto di un frullatore e unisci alle carni il succo della marinatura filtrato. Aggiusta di sale e di pepe.

5 Imburra una terrina abbastanza profonda (se hai quella apposta per i paté ancora meglio) distribuisci sul fondo uno strato di lardo e disponi, pressandola, parte della carne tritata. Crea uno strato di pancetta e ricopri con la carne restante. Copri la superficie con un ultimo stato di lardo ben disteso.

6 Cuoci a bagnomaria per 2 ore a 170°C. A fine cottura ap- poggia sulla terrina un peso piuttosto consistente in modo da evitare che i grassi fuoriescano: è infatti importante che l’elemento “grasso” rimanga all’interno per conferire morbidezza al paté.

7 Lascia riposare per uno o due giorni e gusta il paté accompagnandolo con crackers integrali, pane o crostini di tuo gradimento.